CYBERMED NEWS Articoli in Italiano

Francia, in ambienti di governo si torna a parlare di liberalizzazioni

Scritto da CYBERMED NEWS
facebook Share on Facebook

Farmacisti titolari con il fiato sospeso, in Francia, per le voci circolate ieri sulla stampa specializzata di un’imminente riunione tra Ministeri nella quale si dovrebbe ragionare di liberalizzazione dei farmaci Otc (che Oltralpe sono ancora venduti soltanto in farmacia) e abolizione del quorum. A fare da base della discussione, riferisce in un articolo Le Quotidien du Pharmacien, sarebbe il disegno di legge «croissance et pouvoir d’achat» (crescita e potere d’acquisto), messo a punto nella primavera del 2014 dall’allora ministro dell’Economia Arnaud Montebourg, al quale successe dopo pochi mesi l’attuale presidente della Repubblica, Emmanuel Macron. Quella proposta, ricorda il giornale francese, metteva sul tavolo diverse misure minacciose per la farmacia, tra le quali – appunto – l’abolizione del monopolio distributivo sui farmaci con ricetta. Non solo: nella riunione, continua Le Quotidien, dovrebbero essere riesaminati il Rapporto Richard Ferrand dell’ottobre 2014 per la riforma delle professioni regolamentate e soprattutto il Rapporto Attali del 2008, firmato da una commissione di esperti che annoverava tra gli altri l’italiano Mario Monti.


Tra le raccomandazioni finali di quest’ultimo documento, in particolare, c’era il superamento delle cosiddette “regole d’installazione” ossia il quorum che in Francia determina aperture e trasferimenti delle farmacie (un esercizio dopo i primi 2.500 abitanti, i successivi ogni incremento di 4.500). Le proposte –del 2008 così come del 204 – furono accantonate per le massicce proteste messe in campo dai titolari. Ma, a quanto pare, non sono state del tutto dimenticate.

 

http://www.federfarma.it/Edicola/Filodiretto/VediNotizia.aspx?id=15850&titolo=Francia,-in-ambienti-di-governo-si-torna-a-parlare-di-libera


Related Articles
Categoria: